sabato 8 aprile 2017

IL RITORNO DEL SIGNORE?

QUANDO CRISTO TORNERÀ VERAMENTE?




E' da molto tempo che si sente parlare da più parti che Gesù tornerà in questo tempo, in quell'altro tempo o nell'altro ancora, sono decenni se non secoli che svariati soggetti religiosi e pseudo tali preannunciano il ritorno di Cristo come Re di vittoria, che Gesù il Cristo di Dio, torni come Re di vittoria è poco ma sicuro, ma quando deve avvenire questo nessuno lo sa, o per lo meno nessuno ne conosce ne il giorno, ne l'anno, come infatti scritto nella scrittura e questo è un dato di fatto, ma la stessa scrittura ci rivela quando questo accadrà, ci rivela in che modalità questo ritorno si presenterà ci rivela quali saranno i segni precursori di questo ritorno, e ci fa capire cosa accadrà affinché il ritorno sia tale, vediamo di farvi chiarezza e sopratutto di dipanare una volta per tutte queste paranoie che il mondo intero si sta facendo anche a causa di sedicenti veggenti e preti compiacenti, io li chiami furbacchioni che si approfittano delle situazioni più disparate per alimentare queste tensioni e per ottener giovamento per se stessi, che altro non servono alla fin fine per dar sponda la maligno, come vedremo nella spiegazione che si trae proprio dalla Sacra Scrittura.



Il giorno del Signore quando sarà?


Raccogliamo il materiale che ne parla:


Apocalisse 16,15 

Ecco, io vengo come un ladro. Beato chi è vigilante e conserva le sue vesti per non andar nudo e lasciar vedere le sue vergogne.

Matteo 24,27 

Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo.


Matteo 24,30 

Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria.


Matteo 24,37-39
37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, 39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo.


Matteo 24,44 Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà.


Matteo 25,31 Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria.


Matteo 26,24 Il Figlio dell'uomo se ne va, come è scritto di lui, ma guai a colui dal quale il Figlio dell'uomo viene tradito; sarebbe meglio per quell'uomo se non fosse mai nato!».


Matteo 26,45
Poi si avvicinò ai discepoli e disse loro: «Dormite ormai e riposate! Ecco, è giunta l'ora nella quale il Figlio dell'uomo sarà consegnato in mano ai peccatori.


Matteo 26,64«Tu l'hai detto, gli rispose Gesù, anzi io vi dico
d'ora innanzi vedrete il Figlio dell'uomo
seduto alla destra di Dio,
e venire sulle nubi del cielo».





Luca 21,34-36

34 State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso; 35 come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. 36 Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell'uomo».

1Tessalonicesi 5,1-11

1 Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva;2 infatti voi ben sapete che come un ladro di notte, così verrà il giorno del Signore.3 E quando si dirà: «Pace e sicurezza», allora d'improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà. 4 Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno possa sorprendervi come un ladro: 5 voi tutti infatti siete figli della luce e figli del giorno; noi non siamo della notte, né delle tenebre.6 Non dormiamo dunque come gli altri, ma restiamo svegli e siamo sobri. 7 Quelli che dormono, infatti, dormono di notte; e quelli che si ubriacano, sono ubriachi di notte. 8 Noi invece, che siamo del giorno, dobbiamo essere sobri, rivestiti con la corazza della fede e della carità e avendo come elmo la speranza della salvezza. 9 Poiché Dio non ci ha destinati alla sua collera ma all'acquisto della salvezza per mezzo del Signor nostro Gesù Cristo, 10 il quale è morto per noi, perché, sia che vegliamo sia che dormiamo, viviamo insieme con lui. 11 Perciò confortatevi a vicenda edificandovi gli uni gli altri, come già fate.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ora vediamo di spiegare , quando tornerà Cristo?

la frase più importante di tutte è questa:


Apocalisse 16,15

"Ecco, io vengo come un ladro."

Venire come un ladro, cosa significa? 
Come viene un ladro di giorno o di notte? di notte ovviamente con le tenebre perchè queste meglio celano la presenza di chiunque, di notte si compiono furti e rapine e ogni altro peccato, i ladri operano per la maggiore di notte, le tenebre avvolgono nell'oscurità sia il corpo che i suoi pensieri, l'oscurità è la negazione della luce, che tutto è visibile e quindi vero. La notte è la situazione dove la menzogna e l'inganno sono sempre presenti.

Venire come un ladro significa arrivare durante la notte o mentre le tenebre sono al loro massimo assoluto, cioè quando la menzogna e ogni altro peccato ha raggiunto le stelle, cioè al suo massimo assoluto, questo indica il periodo storico che avverrà questo ritorno, indica anche queste ritorno di Cristo sarà determinato da un momento in cui tutto il mondo non attenderà più il suo salvatore, e non crederà più in lui, indica un periodo in cui la fede esisterà solo in pochissimi, solo in chi veramente avrà resistito e perseverato fino alla fine, ma attualmente questo periodo è ancora molto lontano, perchè per quanto il mondo sia in subbuglio, e che il credo in Cristo si riduce, ma ancora sia lontani da questo momento, le parole venire come un ladro indicano proprio che Cristo tornerà quando nessuno nel mondo crederà più in lui, non solo una parte di questo mondo ma tutto il mondo. 

Poi ci dice da dove proviene Cristo nel giorno del suo ritorno: 

"Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo."

Da est e percorrerà il cielo fino ad ovest, similmente a come fa la Folgore o fulmine o saetta.

"Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo..." 

La prima cosa che vedremo o vedranno, sarà una croce in cielo, che preannuncerà il tempo.
"Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo" .
Avverrà nello stesso modo che è avvenuto al tempo di Noè, cioè con un grande diluvio, perchè l'acqua ha il potere di distruggere ma al tempo stesso di purificare. Ricordiamo che con l'acqua si battezza, con l'acqua si elegge l'uomo a sacerdote, ecc, quindi con l'acqua si farà il mondo nuovo, dato che questo mondo è nato dall'acqua.

"nell'ora che non immaginate" 
Qui ribadisce che il momento non è conosciuto da nessuno, nessuno uomo saprà il tempo, tutto sarà celato fino all'ultimo minuto, quindi nessuna rivelazione sarà valida a tal proposito.


"ma guai a colui dal quale il Figlio dell'uomo viene tradito;" 
A chi si riferiva con questo discorso? a tutti gli esseri umani? No! solo a i suoi cioè ai preti che si dicono di lui, il nocciolo della questione sta nella parola tradito, che sta ad intendere coloro che dopo esser divenuti dei suoi cambiano idea e lo tradiscono per altri e per altre ragioni, per cui condanna ed avverte immediatamente costoro che prima s'immolano per Lui ma poi lo tradiscono. 
Si potrebbe comunque sia espandere queste concetto a tutti i credenti visto che anche il popolo credente ha giurato con il battesimo di credere in Lui.

"State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso" qual'è il vero senso di questa frase?

Dice a tutti coloro che dicono di credergli di non affannarsi per le cose del mondo, di non essere ubriachi non solo di vino ma anche delle mode e del mondo stesso, di non dissipare  il termine dissipazioni ha un senso riferito ai doni di Dio, cioè di non disperdere o non usare male tali doni, ma intende anche con dissipazioni, è inteso come dissolutezze, cioè che l'uomo non si dia troppo alle bella vita, che non sprechi i doni dati in cose futile e pecchi. 


Questa affermazione ci fa capire alcune cose importanti:
Tu l'hai detto, gli rispose Gesù, anzi io vi dico:
d'ora innanzi vedrete il Figlio dell'uomo
seduto alla destra di Dio,
e venire sulle nubi del cielo».

Dice che noi umani vedremo Gesù seduto alla destra di Dio, " sta ad intendere che Gesù si sarebbe mostrato agli uomini seduto in trono alla destra del Padre.

"che come un ladro di nottecosì verrà il giorno del Signore." 
Quindi nessuno su questa terra conosce il giorno del Signore, in questi tempi, ne nel passato , ne nel futuro, nessuno e se qualcuno vi dice che conosce date, sapete già che costui o costoro mentono e son bugiardi e menzogneri. 

Così nessuno conosce il tempo per l'anticristo, così nessuno conosce il tempo quando verrà realmente la vittoria del cuore immacolato, perchè nessuno deve conoscerne il tempo, il motivo sta nel fatto che il Signore attende che le grandi prove facciano il loro corso e ciò significa che il mondo cristiani perda la fede, per quello che dice, quando tornerò chi troverò a me fedele? Domanda che implica un ragionamento ben preciso, che in sostanza sottintende delle prove, che portano i fedeli ad essere tentati fino a perdere la fede, e la risposta connaturata è chi troverò a me fedele? pochissimi, solo coloro che avranno perseverato fino alla fine. 

"E quando si dirà: «Pace e sicurezza»"  ecco il punto saliente, quando il mondo tutto dirà pace e sicurezza, questa espressione sta ad indicare un presa di posizione del mondo, tutti invocheranno la pace, ma con la sicurezza, cosa s'intende dire, che in quel momento, ci sarà la necessità si di arrivare ad una qualche forma di pace sociale tra le nazioni, ma sotto l'egida di qualcuno che provvederà a distribuire una specie di sicurezza, per cui tutto verrà fatto in nome di queste due parole, che stanno a sottolineare altri intenti, la pace è quella effimera umana e che è sempre molto labile, ma che per essere mantenuta c'è bisogno di un alto gradi di sicurezza, la quale verrà promossa con svariati sistemi, tra cui anche presumibile qualche forma di controllo personale e certamente l'uso massiccio dell'esercito, quando questa frase verrà pronunciata saremo prossimi alla fine. 



Il problema di oggi qual'è, che la grande presenza di presunti veggenti fa si che la gente si affidi nella mani di questi, invece di credere solo in Dio, e dare solo a Dio onori e gloria, la gente si lascia condurre da tutti costoro che sono come ciechi, ed ognuno dice cose simili tra di loro, ma realmente ognuno di questi porta il mondo in lidi diversi, la conseguenza è che così facendo si prende il mondo per stanchezza e prima o poi quando questo vede che nulla accade, e che le parole dette da costoro rimangono lettera morta, tutto crollerà, la fede verrà meno, sarà allora quando la terra  non crederà più in costoro e correrà agli uomini che si ergono a dei che avverrà il ritorno, non quando la fede è al suo apogeo, tutto il contrario, quando  tutto il mondo avrà perso la fede completamente, quello sarà il momento vero del ritorno, non prima. 


Quindi tutti i veggenti o pseudo tali di oggi che affermano di conoscere il tempo del ritorno di Cristo e forniscono date, non credetegli, nessuno sa nulla, oltretutto questo non è il tempo per il suo ritorno, prima deve venire la vittoria dell'Immacolata sul dragone satana, poi quando sarà tempo arriverà anche Cristo. 

Ovviamente l'uomo raggiungerà questa fine con molti mezzi e molti soggetti che si sono prestati e si presteranno al dragone ad essere suoi, non solo per i falsi e veri veggenti, ma anche per molti altri soggetti scienziati, massoni, clero, ed altri culti che favoriranno tale distruzione, al fine ultimo di rendere vane le profezie, dei santi" e i santi saranno vinti" , inoltre ricordatevi sempre queste parole, le quali indicano proprio questo evento così descritto: 17,17 "Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio." Se Dio ha posto in cuore di realizzare quanto lui ha stabilito, significa che per quanto noi facciamo per andar contro o a favore nella possiamo fare per cambiare il destino del mondo in nostro favore e tutto si compirà come è stato deciso. 



Quindi non datevi tanta pena, nel cercare di stare a galla, invece fate la parola del Signore con semplicità e vivete il vostro presente nel nome del Signore, e non permettete che nessuno vi inganni, lasciate perdere veggenti e furbacchioni non vi servono, se credete nel Signore, se Egli ha deciso il suo disegno significa che questo disegno è l'unico adatto per verificare quanti di noi sono degni del suo amore, e quanti saranno salvati, ma tutto sta nelle nostre mani, il destino, ogni destino, tutti i destini.