mercoledì 10 maggio 2017

LA GENETICA DIVINA-IL CROMOSOMA DIVINO



EVA CLONE DI ADAMO.


Genesi:“Questa volta essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa.”

Questa volta”  Perché la prima donna non era carne della sua carne, ne osso della sua ossa, era un essere che non era della sua razza, pur essendo simile come aspetto. Infatti anche un robot può avere lo stesso aspetto, pure non essendo un essere umano, l'esempio più lampante sono i film quanti esseri inventiamo che non sono umani, eppure hanno l'aspetto, ecco la stessa cosa. 

Quindi si può essere simili, ma non essere della stessa razza, non avere esattamente lo stesso DNA.

essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa.”
Cosa significa questa frase:

essa è carne dalla mia carne” cioè è fatta come la stessa carne.
e osso dalle mie ossa.” è fatta con le mie stesse ossa.
La frase è sibillina perché ha un senso ben preciso, vediamo.

Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.”

Molti credono che la traduzione del testo sia errata cioè che non è inteso come costola, ma un altro termine, qualcuno vorrebbe far credere che si riferisca all'organo sessuale maschile con un termine simile cioè costa, ma questo è sbagliato. Inoltre si vorrebbe anche far credere che il termine “rinchiuse” la carne s’intendesse un parto, cosa assolutamente ridicola, perché ciò farebbe presumere che Adamo sia un essere androgino, cosa assolutamente falsa.

Però se andiamo alla genetica e dovessimo prendere solo uno spermatozoo umano e tentare di riprodurre con esso un altro essere umano, questo non è possibile da uno o molti spermatozoi non può nascere nulla, nessun essere umano completo, è impossibile, serve l’ovulo o meglio dire i gameti femminili per ottenere un essere umano, questo significa una cosa.

Ora c’è da dire una cosa, se Dio avesse voluto produrre dall'uomo un altro essere vivente, avrebbe creato Adamo cioè l’uomo capace di riprodurre mediante il suo stesso seme un altro se stesso, o un essere simile ma femminile, se avesse fatto ciò, avrebbe creato, non un maschio, ma un essere androgino che avesse in se sia il sesso maschile che femminile, cosa che non ha voluto fare, perché aveva già in mente di dare ad esso una compagna femminile che gli fosse simile, ma c’è da fare un altro ragionamento; da dove Dio prende l’idea della femmina per l’essere umano? Dagli animali che crea per primi, siamo sicuri? In origine da dove prende questa idea, da se stesso, visto che anche in se stesso esiste lo stesso principio, del maschio e della femmina, per cui l’idea dello sposo e della sposa è sempre stata insita in Dio da sempre, per cui non avrebbe mai fatto un essere androgino, perché è ad esso contrario nel suo modo di pensare, basta vedere cosa pensa degli omosessuali, per cui Adamo è solo maschio, assolutamente maschio.

Ma facciamo un ipotesi, ammettiamo che si possa mediante i gameti maschili produrre dei gameti femminili, vediamo se veramente è possibile andando con la scienza attuale alla mano, considerando che la scienza di Dio è assai più sofisticata di quella umana di qualsiasi tempo, per cui forse Dio lo può fare. Ma in questo caso, contrariamente alla creazione dell’essere umano dagli atomi terrestri e poi per infusione dello Spirito Santo che gli da vita, questa volta vuole procedere in modo diverso con Eva, perché non vuole ottenere un essere diverso geneticamente da Adamo, ma identico, salvo solo per il particolare che deve essere femminile, per cui deve usare lo stesso materiale genetico, “essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa.”

Gli spermatozoi contengono tutto il materiale genetico di un individuò? Siamo sicuri?

Pensiamo bene, forse non lo contengono tutto, ma solo una parte, quella prettamente maschile, che trasmette i caratteri ereditari maschili del soggetto, perché noi esseri umani, siamo stati generati da due parti sia maschile che femminile, questo cosa significa; che in noi abbiamo il patrimonio genetico di entrambi i genitori, anche se tradotto nella forma genetica maschile o femminile, ma è sempre di entrambi, però curiosamente trasmettiamo solo quello del proprio sesso, non anche quello dell’altro, che ci ha dato vita e ci forma al 50%. Ora se veramente trasmettessimo tutto il patrimonio genetico dell'individuo non avremo bisogno dell’altra parte per formare un essere simile a noi, attenzione all'uso della parola, ho detto simile non identico, infatti la donna umana è simile non identica, non è una copia di noi, non è un clone, nostro, quindi i geni maschili o femminili, non trasmettono tutto il patrimonio genetico dell’individuo ma solo una parte fondamentale per creare con l’unione del patrimonio genetico femminile o maschile, un nuovo individuo, altrimenti produrremmo cloni di noi stessi e non ci sarebbe nessuna variabilità, e la possibilità di creare nuovi organismi e nuovi volti non ci sarebbe.

Per cui Dio, non ha preso i geni dai spermatozoi, perché non avrebbe creato nulla, mancando a questi l’intero patrimonio genetico; invece cosa fa, preleva da Adamo, qualcosa che contiene l’intero patrimonio genetico, e questo qualcosa si trova esattamente racchiuso nell'osso, esattamente nel midollo osseo, nel quale vi è racchiusa l’intera banca dati dell’individuo, infatti se l’osso non viene bruciato e quindi distrutto, esso anche dopo migliaia, milioni di anni potrebbe far rinasce quel soggetto, con opportuna tecnologia. Ovviamente Dio non toglie, una vertebra, ne un omero, ne un ulna, ne una mandibola, ne un radio, ne un carpo, ne un osso cranico, ma toglie quello che dopo tutto poteva essere tolto, una semplice costola volante, che dopo tutto non cambiava molto alla genetica umana, ne alla sua salute, quindi fa un intervento chirurgico,”fece scendere un torpore sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.”
Estrae da Adamo questa costola, che altro non è, che alcuni geni legati in qualche modo, alla formazione di quella costola, quindi tolti quei geni la costola non si forma più, infatti nell'uomo non si crea e non si genera più la costola e nelle generazioni future nessun uomo avrà la costola a testimonianza di questo intervento divino e della creazione della donna.

Ora perché Adamo chiama la donna, donna? 
Dice perché è stata tolta dall'uomo, come dire è una sottrazione delle parole che stanno nella parola Uomo, ma forse potrebbe aver altro senso.

Visto che Dio gli chiese ad Adamo quale nome dare agli animali, è facile che diede nome anche alle ossa del corpo, e che quella costola l’avesse chiamata donna, si è vero è così, perchè in Sumero Eva che aveva un altro nome, che non ricordo bene, significa Signora della vita, ora la costola in questione si trova all'altezza della vita, cioè a metà del corpo, senza sapere che poi sarebbe diventato un nome comune tra tutti gli esseri umani.

Ovviamente Dio estrae dal midollo osseo tutti i geni di Adamo, per creare non essere non un simile ma un identico ad Adamo, in pratica Eva altro non è che un clone di Adamo, per trasformare i geni di Adamo mediante un elaborato sistema, per renderli femminili, una vera modifica, cromosomica per ottenere un essere identico ma diverso sessualmente e fisicamente parlando. Dio in questo cosa fa, decide di far in modo che il maschio e la femmina debbano unirsi per generare un terzo essere simile ad entrambi, ma non identico, con patrimonio genetico di entrambi. Così facendo Dio si è assicurato diversità e continuità della specie.

Per avvalorare tale cosa nei secoli a venire, l’uomo non sviluppa più una costola, perché gli sono stati sottratti alcuni geni, che producevano quella costola, mentre la donna che è suo clone le ha tutte cioè l’intero patrimonio genetico dell’origine, quindi in sostanza Eva è realmente l’unica creatura ad avere in toto il patrimonio in tatto, copia identica di Adamo e non senza la costola o meglio dire senza il gene preposto, quello che Adamo aveva in origine, più qualcosa in più. Quindi le donne tutte, posseggono il vero patrimonio genetico che Dio ha creato. 

Per questo non aveva bisogno nella creazione di Cristo del maschio umano, perché Eva(Maria) lo aveva in toto, completo in tutto, cosa che il maschio non lo ha più completo. La Madre di Cristo aveva solo bisogno del patrimonio genetico del Creatore, cioè di Dio che avrebbe prodotto un figlio tutto identico al Creatore e solo nella carne come la Madre, cioè come EVA-ADAMO.

Ci sono degli animali più precisamente nei molluschi, ed insetti, alcuni di questi possono sviluppare nello stesso organismo sessi diversi, cioè un processo di partenogenesi, che si significa produrre sa se, come le amebe che producono cloni di se stessi, e anche gli afidi, che furono creati proprio per moltiplicarsi da soli, come anche altri animali, in mancanza dell’altro sesso, trasformano il proprio organismo da femminile a maschile e viceversa.

Bisogna però comprendere un fatto importante, che molti non sanno, dalle ricerche in ambito genetico, si è scoperto che qualsiasi essere umano che si genera da un rapporto sessuale o in vitro, l’abbozzo cellulare iniziale è di natura sempre femminile, poi nel corpo dello sviluppo dell’abbozzo esso può rimanere femminile, come trasformarsi e mutare diventando maschile, per cui il maschio nasce da un femmina o meglio dire esso era femminile in origine; questo come possiamo leggerlo nella genetica biblica, vediamo di spiegare.

Il caso Adamo; dato che il primo maschio fu creato in laboratorio diciamo così, ex-novo, dal nulla, non vi era nessuna matrice dello stesso tipo, almeno dal punto di vista umano, ma allora se non vi era una matrice iniziale, come si è sviluppato o come è stato creato? A questo ci viene incontro proprio le parole di Dio, che dice: “ l’ho creato a mia immagine e somiglianza” cosa significa questa espressione, intende dire che Dio stesso si è adoperato per dar vita ad uno uomo, che assomigliasse a Lui stesso, in pratica escludendo tutta la parte del potere, e lasciando la genetica di Dio intatta, in sostanza esso ha prodotto in forma materiale potremo dire, una copia di Se, in pratica ha usato se stesso come matrice iniziale, Adamo è matrice di Dio, perché simili=somigliante e di medesima forma=immagine, per cui non c’è bisogno di una matrice femminile, ha semplicemente posto la sua matrice perfetta, Adamo umano è il riflesso di Dio. Quindi Adamo non ha avuto bisogno di passare mediante l’espediente della trasformazione da femminile in maschile, no, è stato creato direttamente maschile, poi quando fu creata Eva copia di se stesso, cioè proprio un clone di Adamo ma nella versione Femminile. I loro figli, sono identici alla genetica che tutti noi conosciamo, gli individui iniziano il loro calvario in questo mondo da una posizione femminile ad un posizione maschile, mediante una mutazione genetica, perché così Dio vuole; si può spiegare anche il perché. Dato che in Adamo, viene tolta una piccola parte del patrimonio intero, che ha permesso lo sviluppo completo di Eva, è essa che ha in se il patrimonio completo, non più Adamo, che anzi ne ha perso un po(costola).

Per ricavare dall'abbozzo iniziale che è femminile, dal suo lato maschile viene in pratica automaticamente tolta una serie di geni ed altri geni stimolati maggiorante, quindi, quella funzione viene bloccata, arrestata, per cui non si sviluppano le caratteristiche femminili, ma vengono esaltate quelle maschili. Vediamo di capire meglio.

Da questo si comprende che dopo l’intervento di Dio su Adamo esso ha in sostanza mutato il suo patrimonio genetico, perdendo un piccolo pezzetto di cromosoma, non molto ma qualcosa è stato soppresso e tolto.

A questo punto c’è da chiedersi qual’era il vero cromosoma di Adamo, in origine?
Perché questo farebbe pensare che possa esistere un essere umano con cromosoma maschile diverso dal nostro XY. Vediamo se è possibile, aldilà di quello che la scienza può dire, ma qui il problema è diverso non siamo in presenza di un essere umano come lo intendiamo noi, non come noi, ma diverso da noi, cioè il capostipite, il quale non essendo nato da donna non è come noi, non ha, la nostra stessa genetica è un po diverso.

Dio preleva da Adamo la costola volante sinistra, vediamo di spiegare, la costola ha un doppio senso. Il cromosoma maschile è solo Y, mentre quello femminile è solo X. l’unione di X e Y da XY il maschio umano, è qui siamo tutti d’accordo, ma Adamo era proprio XY, in origine? NO!

Adamo fu creato con un solo Y, che ne determinava una mascolinità assoluta.
Noi potremo dire che è impossibile una cosa del genere, ma Adamo come ho detto non è generato da una donna, è Creato ex-novo, è ben diverso, non ha il cromosoma femminile X, non c’è.

Quindi è solo Y, come lo è quello di Dio. Per altro Y è l'iniziale del Primo Nome Sacro e Santo di DIO. YHWH, che poi sia scritto così solo per celare il vero nome, ma comunque sia l'iniziale è quella, come dire siete mie creature, vi lascio l'iniziale del mio nome come sigillo. 

Ora, se voglio creare un essere nuovo, ma che sia identico al precedente salvo il fatto che deve essere femminile, ho il suo cromosoma Y tolgo a questo la parte sinistra(costola) e unisco il restante con un altro cromosoma identico Y, in pratica faccio questo Y+ I dal quale si ottiene X, quindi Eva è esattamente identica ad Adamo, cioè il suo clone, salvo il fatto che è femminile. Da i due cromosomi Adamo=Y ed Eva=X si formano tutti gli esseri umani, quindi i maschi sono tutti XY. Notare una cosa interessante, in genesi si legge che i figli di Adamo ed Eva sono solo maschi, non ci sono femmine, almeno i primi sono maschi Caino e Abele, Set, perché? Per la semplice ragione che essendo i due formati solo, con un solo Cromosoma, perchè entrambi non possono dar vita come in noi a figlie, ma solo a figli maschi. Anche volendo che Eva fosse XX, ma questo non cambia nulla, si ottengo sempre maschi, e anche se fosse stato Adamo YY, non cambia il discorso, tutti XY. 

Perché se fossero stati presenti, due cromosomi come è normale per noi XX+XY formano al 50% sia maschi che femmine, qui invece abbiamo solo maschi. Infatti poi dice che Caino e poi Set, trovano le loro mogli fuori da Eden dove ci sono altri popoli, precedenti ad Adamo, come ho scritto in un altro  mio articolo(qui). E tutto torna. E infatti dice che questi popoli hanno delle belle figlie, ciò fa capire che non sono ominidi, ne scimmie; sottolineando che loro essendo solo maschi non avevano donne, per cui presero anche più mogli, c’è proprio scritto così.

Genesi 6,1 "Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, 2 i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero."


Ecco prechè Dio preleva la costola, perché nell'osso è conservato tutto il patrimonio genetico di ogni individuo al 100%, e con questo discorso Dio fa capire alle generazioni che mediamente la tecnologia si può arrivare a riprodurre un essere umano, avendo ovviamente le capacità e la tecnologia per far questo, quindi il midollo osseo c’è la possibilità di curare le malattie, basta che, chi possiede la tecnologia sappia cosa e come si fa, oggi siamo indietro e non arriveremo certo a far questo, anche se, si è tentato di creare cloni e altri organi.

Ovviamente essendo Dio il creatore degli animali, ovviamente una parte della sua stessa genetica è stata usata per la creazione degli stessi, per cui il cromosoma Y è stato in minima parte usato per lo scopo, non certo totalmente come per l’essere umano.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Ulteriori ricerche hanno confrontato la sequenza genica del cromosoma Y umano con quelle dello scimpanzé e del macaco rhesus, scoprendo che l'Y umano ha perso solo un gene ancestrale negli ultimi 25 milioni di anni”.

Quindi la specie umana ha 25milioni di anni e non come qualcuno sostiene 50 milioni.... tanto per essere precisi...

By Boanerges Yhwhnn