lunedì 12 settembre 2016

I FIGLI DI DIO SI LASCIANO MODELLARE

SE L'UOMO NON È DISPOSTO AD ABBANDONARE IL VECCHIO PER IL NUOVO, NON È FIGLIO DI DIO

 Mc2,21 "Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore."
Questa parabola vuole dar il senso completo alle sue parole, non è solo un esempio vediamo, la stoffa grezza, il vestito vecchio, rattoppo nuovo, lo strappo diventa peggiore.
La stoffa grezza che caratteristiche ha, è un tessuto nuovo, appena filato, non ancora lavorato, non ancora trattato per renderlo più bello, migliore, quindi il fatto che usi il termine grezzo sta per semplice, ruvido, non abbellito, non reso più morbido, ma proprio un tessuto nuovissimo, mai usato, sta anche ad indicare sotto il profilo umano, di un essere che deve avere della caratteristiche ben precise, e fa capire per quale ragione Gesù fa certe scelte, fa capire a quale metro si appoggi per farle e per valutare l’animo umano.
Quindi la stoffa grezza, non può essere cucita su quella vecchia, perché quella grezza è forte, resistente elastica, che facilmente romperà la vecchia, che ha persona le caratteristiche di quando essa stessa era giovane, non ha più la resistenza, la forza, l’elasticità,
Come per dire il nuovo si mette sul nuovo e il vecchio sul vecchio. Una persona vecchia non si adatta a pensieri nuovi, perché essa è fossilizzata con quelli vecchi e nessuno può obbligare qualcuno che la pensa in modo diverso, dovuto alla sua anzianità, perché la sua mente non comprenderebbe il pensiero nuovo e causa di questo creerebbe una lacerazione maggiore.
Per cui, Gesù scegli apostoli giovani, perché tra giovani si comprendono meglio, che non tra persona di età diverse, con mentalità diverse, e usi e costumi diversi, che faticherebbero a comprendere un messaggio diverso. Per cui lo sposo è giovane, e preferisce stare tra i giovani, e non impone ai vecchi di comprendere il suo messaggio, se essi non comprendono. Questo fa capire anche un'altra cosa, che Gesù preferisce apostoli giovani, ciò capi della chiesa, giovani e non vecchi, perché il messaggio di un giovane è più forte e più incisivo che quello di un vecchio, che spesso proprio a causa della sua natura di anziano, si adegua al tempo in cui egli era, e non cambia mai, mentre un giovane ha il coraggio di cambiare, e apporta una parola nuova, e non cucirà mai una stessa grezza su una vecchia, ma su una nuova, un giovane cambia se Dio glielo chiede, mentre una chiesa vecchia fatica a cambiare, se Dio glielo chiede e spesso disubbidisce a dio proprio perché essa si arrocca dietro a pensieri vecchi e rimane retrograda, rispetto al pensiero di Dio stesso, che non è quello di un vecchio ma di un giovane, perché Dio è giovane e non vecchio, anche se lo si vede come un vecchio inteso in senso umano, ma dir di un uomo che un vegliardo non significa che esso sia vecchio, ma può anche indicare che Egli ha un età che millenni, ma che la sua mente e il suo corpo possono essere quelle di un giovane, così è Dio, Egli è un giovane maturo, ma non è un vecchio.
Quindi il discorso della toppa grezza o nuova, sul vestito vecchio era un discorso molto ampio, che andava anche a compire diretta mente la chiesa del futuro, anzi lo potremo proprio vedere come un discorso riferito ad un tempo, quando la chiesa sarà vecchia e dovrà essere rigenerata, altrimenti il rischio di vedere morire tutto è molto fattibile. Gesù in pratica stava dicendo che voleva apostoli giovani e non vecchi che dovevano dirigere la sua chiesa, ovviamente finché essi rimanevano in vita, ma ad ogni, morte dell’apostolo anziano non si doveva susseguire un altro anziano, ma bensì un giovane, cosa che la chiesa non ha più voluto fare, anzi ha fatto l’esatto contrario, rilegando al soglio pontificio solo personaggi anziani, quando Gesù invece aveva mediate questa parabola voluto fare capire che il successore di un pontefice doveva essere Giovane e maturo, per ridare forza e respiro alla chiesa, per rigenerarla, altrimenti, un vicario, vecchio, manteneva una chiesa vecchia, incapace di evolversi, ed incapace di rigenerarsi. L’uomo invece ha fatto tutto il contrario.

22E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!».
Il vino è la parola di Gesù, come la stoffa grezza o nuova, che va solo insegnata a gente nuova e non gente vecchia che non vuole ne sentire ne ascoltare, ma che causerà lacerazioni in quella società, di vecchi, che non vogliono allontanarsi da quei posti, per cui Gesù fa capire che un nuovo messaggio è meglio e preferibile insegnarlo a gente giovane, che a coloro che non vogliono sentire, che sono come vecchi, arroccati nei loro castelli e palazzi, sia fisici che spirituali.


LIBERATEVI DALLA CATENE CHE VI LEGANO AL VECCHIO PER ABBRACCIARE IL NUOVO,  SIATE PRONTI A RICEVERE CRISTO.

Certi giovani che sono vecchi, 
mentre ci sono vecchi che hanno uno spirito giovane, 
tu cosa vuoi essere?