sabato 28 marzo 2015

IL VERO VOLTO DI’ GESU’

IL VERO VOLTO DI’ GESU’

Giovanni 20,15

” Gesù le disse: «Donna(Maddalena), perché piangi? Chi cerchi?» Ella, pensando che fosse l'ortolano/(custode), gli disse: «Signore, se tu l'hai portato via, dimmi dove l'hai deposto, e io lo prenderò».

Giovanni 21,1-14

1 Dopo questi fatti, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: 2 si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. 3 Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma in quella notte non presero nulla.
4 Quando già era l'alba Gesù si presentò sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. 5 Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». 6 Allora disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non potevano più tirarla su per la gran quantità di pesci. 7 Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro appena udì che era il Signore, si cinse ai fianchi la sopravveste, poiché era spogliato, e si gettò in mare. 8 Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: infatti non erano lontani da terra se non un centinaio di metri.
9 Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. 10 Disse loro Gesù: «Portate un po' del pesce che avete preso or ora». 11 Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si spezzò. 12 Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», poiché sapevano bene che era il Signore.

13 Allora Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede a loro, e così pure il pesce. 14 Questa era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risuscitato dai morti.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questi due passi del vangelo descrivono qualcosa di simile, l’aspetto di come Gesù si presentò agli apostoli dopo la sua resurrezione non più nelle sue fattezze e lineamenti, ma con fattezze diverse, perché? Nel primo passo dove la maddalena chiede a quest’uomo che le pareva essere un ortolano o custode,  dove avesse portato Gesù, non lo riconosce assolutamente, aveva un aspetto diverso.

Nel secondo passo si legge qualcosa di simile, “ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù”

Come si può vedere Gesù non si fa riconoscere, qualcuno potrebbe pensare che non volesse farsi riconoscere, ma siamo certi che sia così?

Perché si mostra con sembianze diverse da quelle che gli apostoli conoscono?

Perché la maddalena lo vede come un ortolano o un giardiniere o un custode?

In sostanza Gesù non ha più l’aspetto di quando era in vita, ora che è risorto.
Molto probabilmente Gesù ha ripreso le sue vere sembianze, quelle che gli appartengono realmente, quelle legate al suo spirito, le medesime sembianze del Padre Suo.

Ma perché lo identifica come un ortolano o un custode? 
Che sembianze può aver un custode o un ortolano?

Certamente qualsiasi sembianza, di qualsiasi essere umano, non dovrebbe esserci una connotazione ideale di chi può avere quelle sembianze, eppure nelle mente della Maddalena, lo vede con quel l’aspetto,  certamente un ortolano ha un aspetto fisico diverso da un banchiere, da un soldato, da un medico o un avvocato, sicuramente un ortolano cioè un contadino, ha un aspetto un po’ consumato, di lavoratore delle terra, può essere che Gesù nella sua effettiva natura abbia quell’aspetto, come di un uomo che coltiva un giardino,(EDEN)  i campi, le vigne, ecc. Effettivamente i discorsi che Gesù faceva erano tutti incentrati all’agricoltura, parlava spesso di pane, di vino, di pesci, di agnelli, tutto un mondo legato alle cose delle terra, della natura e ai lavori manuali, come se esso fosse un lavoratore di questa terra, dalla quale ricavava i suoi frutti con le sue mani e il duro lavoro.

Certo noi vederlo diverso dalla sue sembianze che ci siamo abituati a vederlo in un certo modo, sarebbe un po’ scioccante, però potrebbe benissimo essere che il suo aspetto non sia quello cui siamo abituati vedere.

Quindi quale volto aveva e ha Gesù dopo la resurrezione? 

C'è da chidersi se quello con cui spesso si mostra nelle apparizioni è il suo volto che ha ora, e quando era in vita che volto aveva?  Oppure l'esatto contrario! 

Gli apostoli infatti non lo riconoscono, tanto da passare inosservato, come se fosse stato per loro invisibile, quindi non aveva alcuna somiglianza al loro maestro Gesù.

La seconda affermazione lo dice chiaramente E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?»


Vediamo…

La frase è contraddittoria, infatti se ci pensiamo bene, nessuno dei discepoli osava chiedergli chi era  Ma poi dice poiché sapevano chi era …. ma questo è una contraddizione non puoi dire - non ti chiedo chi sei, perché so chi sei, non esiste.  Se io so chi sei, non mi pongo neppure il pensiero di voler sapere chi sei, è illogico.
Quindi loro non sapevano chi era Colui che si era presentato a loro, ed avevano timore di chiederglielo temendo forse di fare brutta figura, ma non erano certi che egli potesse essere chi forse pensavano che fosse.
Ma non avevano la certezza, perché la frase è chiara è un dubbio che loro non sanno chi fosse colui che si è presentato. Potremo dire invece che temevano di chiedere se colui che era li innanzi a loro era realmente Cristo visto che le sue sembianze erano completamente diverse da quelle che loro conoscevano.