Informativa per il Pubblico

Google informa quanto segue, inoltre Ai gestori della rete Blogger di Google, io confermo tutto, solo che non so mettere mano al codice fatelo voi. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° "Il diritto dell'Unione Europea ti impone di informare i visitatori provenienti dall'UE sui cookie utilizzati e i dati raccolti sul tuo blog. In molti casi, le normative ti impongono anche di ottenerne il consenso. A titolo di cortesia, abbiamo aggiunto una nota al tuo blog per spiegare l'uso da parte di Google di determinati cookie di Blogger e Google, compresi i cookie Google Analytics e AdSense e altri dati raccolti da Google. Spetta a te confermare che questa nota sia effettivamente visualizzata sul tuo blog ed efficace. Se utilizzi altri cookie, ad esempio tramite l'aggiunta di funzioni di terze parti, questa nota potrebbe non essere sufficiente per te. Se includi funzionalità di altri provider, è possibile che vengano raccolti ulteriori dati sull'utente. Scopri di più su questa notifica e sulle tue responsabilità."

venerdì 5 gennaio 2018

Perdono e grazia



Il legame tra il perdonare i peccati e il fare la grazia.


6Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: 7«Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». 8E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? 9Che cosa è più facile: dire al paralitico “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati, prendi la tua barella e cammina”? 10Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, 11dico a te – disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua». 12Quello si alzò e subito presa la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».
8E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito” in questa frase si comprende che Gesù non parla con il cuore, ma con lo spirito, Gesù si appoggia totalmente allo spirito per rispondere a chiunque, non parla come fanno gli esseri umani, usando il cuore. Quindi, Gesù parla con perfezione.
Qui Gesù manifesta il potere di leggere il pensiero, noi lo chiameremo telepatia, Gesù dice: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? “ Il cuore sta nella mente, Gesù parla del centro della parola, in quella parte della mente che pensa e ragiona, quella parte della mente che è maligna e che è incredula. Gesù sta dicendo che essi parlano con la parte della loro mente più istintiva, dove si celano le passioni della carne e dove nascono anche i pensieri più turpi e le vendette, l’odio e ogni altro peccato, dove si cela la malizia.
Qui Gesù usa l’espressione il Figlio dell’uomo”, identificandosi come figlio di Dio e identificando Dio come un uomo, cioè il primo uomo, come da me già scritto.
10Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, 11dico a te – disse al paralitico –: alzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua».”
Gesù ci fa capire che una grazia non si ottiene se non c’è, anche il perdono del peccato, perché il peccato è strettamente legato alla malattia, per cui, è necessario rimettere i peccati per ottenere la totale guarigione della persona. Quindi, non esiste la possibilità di togliere la malattia se non si perdona il peccato o se non si chiede perdono.